Suivi de chantier - Archives
Suivi de chantier - Archives

Il punto sui lavori: scavati 30 km di gallerie

Fermo restando le limitazioni dei lavori imposte dal coronavirus sono sei i cantieri per le opere della sezione transfrontaliera della Torino-Lione in Francia e in Italia. La fotografia dell’avanzamento dei lavori a marzo 2020 riporta lo scavo di un totale di 30 km di gallerie, oltre il 18,5% dei 162 km in sotterraneo previsti per l’opera: 2 tunnel paralleli, 4 discenderie e 204 by-pass di sicurezza; 68 km di sondaggi geognostici e carotaggi in Italia e in Francia

Dopo che a settembre 2019 sono stati completati i primi 9 km del tunnel di base, dove passeranno i treni, nel cantiere di Saint-Martin-La-Porte si scava con metodo tradizionale, per attraversare il fronte dell’houiller, la zona più delicata di tutto il tracciato del tunnel. La fresa che ha scavato il primo tratto del tunnel è in smontaggio a La Praz.

Al cantiere di Saint-Julien-Montdenis i lavori della tranchée couverte, il portale di ingresso del tunnel di base in Francia, si svolgono su entrambi i lati del fiume Arc. Sulla riva sinistra nella seconda metà dell’anno dovrebbero terminare anche i lavori di consolidamento delle dighe per il rialzo dei terreni situati in una zona inondabile, area dove poi partirà la costruzione del tunnel nella piana di Saint-Jean-de-Maurienne. Sulla riva destra sono stati completati tutti i lavori di terrazzamento, così come il muro di sostegno necessario per la costruzione del portale del tunnel di base.

Una volta completata la tranchée couverte, l’autostrada e la strada dipartimentale, precedentemente deviate, saranno riposizionate nelle sedi originali. 

Sul bacino di Saint-Jean-de-Maurienne si sta invece completando la cabina di manovra, che consentirà di gestire il traffico ferroviario sui nuovi binari, e predisponendo l’area ai lavori per la stazione provvisoria. Inoltre, nella stazione esistente di Saint-Jean-de-Maurienne e presso l’Ufficio del Turismo è stato installato un sistema di comunicazione per consentire agli utenti e ai turisti di ottenere informazioni sui lavori del polo multimodale, che inizieranno quest’anno con la messa in servizio alla fine del 2021. 

A Chiomonte, in Val di Susa, la direzione lavori e il raggruppamento di imprese stanno finalizzando il progetto esecutivo per la realizzazione di 23 nicchie (larghe 3 mt e lunghe da 30 a 40 mt) nella galleria esistente della Maddalena per facilitare il transito dei veicoli di cantiere verso il punto di attacco dello scavo del tunnel di base. Inoltre prosegue la manutenzione delle opere già realizzate e l’assistenza alle Forze dell’ordine. 

A febbraio 2020 si sono svolte le operazioni di accesso formale alle aree di Salbertrand (dove sarà realizzata la fabbrica dei conci della galleria), per consentire di indagare la natura dei cumuli presenti sull’area da decenni. Negli stessi giorni sono state eseguite le occupazioni temporaneenei Comuni di Chiomonte e Giaglione sui terreni coinvolti nel progetto di compensazione boschiva, come spiega l’articolo “Un Corridoio ecologico per la farfalla Zerynthia”.

Articoli correlati
Cantieri

Il viaggio continua

Quattro cantieri attivi e procedure di gara tutte avviate per il tunnel di base.

La Praz

I 21 minuti di Federica superstar

Ventuno minuti: è quanto ci è voluto alla talpa Federica per rompere l’ultima parete di roccia dei primi 9 km del tunnel di base della Torino-Lione.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies | Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso dei cookie | En continuant à utiliser le site, vous acceptez l'utilisation de cookies | PLUS

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close