Notizie · TELT NEWS - Italiano

Presentazione del progetto di legge di Orientamento sulla Mobilità al Consiglio dei ministri

Il 26 novembre 2018 il Ministro dei Trasporti francese Elisabeth Borne ha presentato al Consiglio dei ministri il progetto di legge relativo alla programmazione degli investimenti dello Stato nei trasporti. Il documento prevede l’approvazione di una relazione allegata alla legge che stabilisce le modalità di attuazione della strategia di investimento nel settore dei trasporti e che fissa gli importi delle spese dell’AFITF – Agenzia che sblocca i fondi per la realizzazione dei lavori – nell’ambito della programmazione annuale degli investimenti statali  per il periodo 2019-2023. 

Nel corso della conferenza stampa che ha seguito la presentazione del progetto di legge, il Ministro dei Trasporti francese ha parlato dell’analisi costi-benefici che sta effettuando l’Italia, dichiarando che si augurava “che una decisione fosse presa rapidamente” per rispettare gli impegni già contratti con l’Unione europea.

Inoltre in un’intervista Borne ha definito geo-strategico il progetto, in relazione all’esistenza di altri tunnel di base che collegano l’Italia alla Svizzera e all’Austria, e al fatto che la Spagna condivida l’interesse per questo collegamento essenziale alla rete transeuropea.

Questo annuncio ha fatto seguito al dialogo avviato dal ministro con i rappresentanti delle istituzioni della Savoia sul tema del collegamento ferroviario Torino-Lione. Nel corso di questo confronto i rappresentanti delle istituzioni locali hanno informato il ministro del loro impegno per la realizzazione della Torino-Lione, ricordando che si tratta di un cantiere sul quale lavorano 430 persone. Hanno inoltre espresso le loro preoccupazioni, condivise all’unanimità, sulla realizzazione del cosiddetto “accesso ferroviario francese”, tra Lione e Saint-Jean-de-Maurienne.

La délégation savoyarde, conduite par Hervé Gaymard, Président du Conseil départemental, était composée des députés Emilie Bonnivard, Typhanie Degois, Patrick Mignola et Vincent Rolland, des sénateurs Martine Berthet et Jean-Pierre Vial Sénateurs et du Président de Grand Chambéry, Xavier Dullin.

30/11/2018 • #, #

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante OK, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Vuoi saperne di più?

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close