Notizie · Primo piano

La Torino-Lione al Vertice Francia-Italia 2017

Un impegno condiviso

La Torino-Lione prosegue il suo cammino con il sostegno di Francia e Italia. È il messaggio emerso al termine del Vertice tra i due governi che si è svolto il 27 settembre a Lione. Sull’opera “siamo pienamente impegnati” ha sottolineato il presidente francese Emanuel Macron, ribadendo che “resta un collegamento chiave”. “L’Italia e la Francia – si legge nel documento congiunto diffuso al termine del summit – confermano l’importanza strategica della tratta transfrontaliera della linea ferroviaria Torino-Lione, che fa parte delle reti transeuropee di trasporto e la cui realizzazione si basa su accordi internazionali. I due Stati evidenziano che i lavori preliminari sono ormai in via di conclusione e che il lancio di ulteriori lavori, in particolare per la realizzazione del tunnel di base, è in preparazione”.

Un tavolo tra i due Ministeri

“Alla grande infrastruttura continuiamo a credere come decisiva per la mobilità ferroviaria europea” ha detto il premier Gentiloni, ricordando che: “Anche noi in Italia sulla Torino Lione abbiamo lavorato sulle connessioni alla grande infrastruttura per ridurne l’impatto ambientale” e ora “lo faremo insieme alla Francia”. Il governo d’oltralpe spera di fare quello che in Italia è stato fatto con la revisione della tratta nazionale dell’opera che ha consentito di studiare un progetto che, con il recupero di parte della linea storica, consente un risparmio di oltre 2 miliardi e mezzo di euro. In questo senso i due governi hanno concordato  che “verrà costituito un tavolo dei due Ministeri, con il commissario del corridoio Mediterraneo, Jan Brinkhorst, per seguire l’andamento delle coperture finanziarie e dei finanziamenti europei” ha spiegato il ministro italiano dei Trasporti, Graziano Delrio. Il ministro ha ricordato che per parte italiana i lavori procedono e che “il percorso di finanziamento a copertura dell’opera è sostanzialmente completato con le risorse per primo e secondo lotto fino al 2022”.

Una convergenza di opinioni così importante dà ulteriore stimolo alle nostre attività, che per altro non hanno mai avuto un rallentamento dal momento che mai abbiamo ricevuto segnali in controtendenza da parte francese” ha commentato il direttore generale di TELT, Mario Virano al termine del Vertice, che esprime apprezzamento anche per l’idea di costituire un gruppo di lavoro comune. “Ci sono una serie di questioni che hanno bisogno di una condivisione vera – dice – e l’idea di un gruppo di lavoro misto coordinato dall’Europa è molto positiva e da apprezzare fino in fondo.

28/09/2017 • #, #

Continuando nella navigazione del sito autorizzi l'utilizzo di cookies. Vuoi saperne di più?

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close