Notizie · Primo piano · TELT NEWS - Italiano

Il Vertice di Lione in breve

Il documento congiunto: “Torino-Lione opera strategica”

Nel corso del 34esimo vertice bilaterale tra Italia e Francia che si è svolto il 27 settembre a Lione, i due Paesi hanno confermato che la linea ferroviaria Torino-Lione resta una priorità. Pubblichiamo di seguito la parte relativa all’opera del documento congiunto diffuso al termine del summit:

L’Italia e la Francia confermano l’importanza strategica della sezione transfrontaliera della linea ferroviaria Torino-Lione, che fa parte delle reti trans- europee di trasporto e la cui realizzazione si basa su accordi internazionali. I due Paesi sottolineano che i lavori preliminari sono in via di conclusione e che ulteriori lavori in particolare per la realizzazione del tunnel di base sono in fase di preparazione.
La sua dimensione strategica per l’Italia, la Francia e l’Europa, in quanto parte fondamentale del corridoio mediterraneo delle reti trans-europee, ed in particolare gli impegni assunti a livello internazionale, costituiranno un criterio importante nella riflessione che la Francia ha in programma su tutti i propri grandi progetti infrastrutturali e nelle decisioni che saranno assunte dalla Francia al più tardi entro il primo trimestre 2018, in piena associazione con il Governo italiano e la Commissione Europea.
In questo ambito, i due Stati concordano di costituire un gruppo di lavoro tra i due Ministeri, in rapporto con il coordinatore europeo per il corridoio Mediterraneo, con l’obiettivo di fare congiuntamente delle proposte concrete entro la fine dell’anno, esaminando i montaggi economici e finanziari previsti dal lato francese e le conseguenze dell’applicazione della legge italiana dei “lotti costruttivi” nella sezione transfrontaliera, nella prospettiva della realizzazione del progetto.

Le parole di Macron e Gentiloni

Il presidente della Repubblica, Emmanuel Macron ha voluto evocare i due dossier “illustrativi del metodo” con cui Francia e Italia collaborano e i due progetti su cui i due paesi “vincono insieme”: i cantieri navali STX e quelli Lione-Torino.
A questo proposito, il Presidente della Repubblica ha ribadito l’ impegno comune a “completare” la tratta transfrontaliera, che fa parte delle reti transeuropee di trasporto e la cui attuazione si basa su accordi internazionali. “Sono stati assunti impegni e sono stati decisi finanziamenti comunitari”.

“Dobbiamo essere chiari su questo, sul tunnel di base – ha detto Macron – e voglio ribadire il nostro impegno qui. La sua dimensione strategica per la Francia, l’Italia e l’Europa, quale componente chiave del corridoio mediterraneo delle reti europee, è un criterio essenziale nella riflessione che vogliamo condurre”.
Per il Presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni,”l’infrastruttura ferroviaria ad alta velocità Lione-Torino esce rafforzata da questo vertice”. Ora “ha bisogno di un gruppo di lavoro che abbiamo deciso di istituire. Questo team continuerà a lavorare e a migliorare la competitività di questa infrastruttura nel quadro europeo”.

Macron ha poi spiegato: “L’ obiettivo del gruppo di lavoro e delle proposte complementari è quello di capire come adattare il progetto, al di là del tunnel di base, alle interconnessioni di cui abbiamo bisogno su entrambi i lati del confine; perché ci sono mobilità più ecologiche e intelligenti”.
E Paolo Gentiloni ha concluso:”Abbiamo lavorato su tutte le interconnessioni dell’opera per ridurre l’ impatto ambientale e continueremo a credere in quest’opera come infrastruttura necessaria all’unità ferroviaria europea”.

Hanno detto..

Graziano Delrio, ministro italiano dei Trasporti: “È stata confermata con chiarezza l’importanza strategica della linea ferroviaria Torino Lione che risponde alla necessità della sostenibilità del trasporto. Verrà costituito un tavolo dei due Ministeri, con il commissario del corridoio Mediterraneo, Jan Brinkhorst, per seguire l’andamento delle coperture finanziarie e dei finanziamenti europei”. Delrio ha ricordato al bilaterale che per parte italiana i lavori procedono e che “il percorso di finanziamento a copertura dell’opera è sostanzialmente completato con le risorse per primo e secondo lotto fino al 2022”.

Jacques Gounon, presidente del Comitato per la Transalpine : “Più che rassicurati siamo entusiasti. siamo entusiasti di vedere che viene riconosciuto l’interesse ecologico ed economico della Torino-Lione. Il trasferimento modale non può che passare attraverso delle infrastrutture moderne”.

Mario Virano, direttore generale di TELT: “Una convergenza di opinioni così importante dà ulteriore stimolo alle nostre attività, che per altro non hanno mai avuto un rallentamento dal momento che mai abbiamo ricevuto segnali in controtendenza da parte francese”. Virano ha espresso apprezzamento anche per l’idea di costituire un gruppo di lavoro comune. “Ci sono una serie di questioni che hanno bisogno di una condivisione vera e l’idea di un gruppo di lavoro misto coordinato dall’Europa è molto positiva e da apprezzare fino in fondo”.

31/10/2017 • #, #, #

Continuando nella navigazione del sito autorizzi l'utilizzo di cookies. Vuoi saperne di più?

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close