faglia
faglia

Chiomonte: superata la faglia

Nel piazzale del cantiere di Chiomonte, in prossimità del cunicolo, sono stati completati i lavori per l’insonorizzazione della tramoggia del nastro trasportatore, per creare un’ulteriore “camera” di isolamento dei materiali scavati che escono dalla galleria. Entrando nel cunicolo, il camerone per la raccolta delle acque, alla distanza di pK 2805, terminate le opere civili, viene ora allestito con le cisterne di raccolta, il sistema di pompaggio e le cabine elettriche. Proseguendo verso il fronte di scavo, il cunicolo esplorativo della Maddalena, dopo aver incontrato una zona particolarmente fratturata per la presenza di una faglia, è entrato ora in un tratto sano, riportando la produzione giornaliera ad un avanzamento medio di 15 m.
Questa buona condizione di scavo è legata anche alla struttura interna della roccia che si presenta più inclinata, anche in calotta, consentendo così alla fresa di agire sul fronte “tagliando” la struttura della roccia e non seguendola in parallelo. Sono stati superati i 4000 m di lunghezza ed il materiale scavato è della famiglia geologica del Complesso di Clarea. Le venute d’acqua in galleria sono sempre caratterizzate da portate bassissime < a 1 l/s e continuano ad avere una temperatura più bassa rispetto a quella della roccia. Si parla di un’acqua di 28°C e di una roccia di 42°C.  Le temperature interne sono abbattute mediante un apposito impianto di raffreddamento e di ventilazione.

Articoli correlati