BVA_IG
BVA_IG

Su TELT at WORK i risultati del sondaggio 2020 sulla la percezione dell’opera

Il 95% degli italiani e il 97% dei francesi ritengono prioritario privilegiare il trasporto merci su ferrovia rispetto all’autostrada. E il 55% degli italiani e il 73% dei francesi pensano che in futuro l’Unione europea dovrebbe investire prevalentemente nel trasporto ferroviario.

Inoltre il 78% della popolazione della Maurienne e il 61% della Val di Susa sono favorevoli alla realizzazione della Torino-Lione.

I dati emergono da un sondaggio sulla percezione dell’opera, realizzato nel 2020 da BVA su richiesta di TELT. I risultati dello studio e le sue ragioni ambientali sono il fil rouge del terzo numero di TELT at WORK, il video magazine realizzato dal promotore pubblico per approfondire i temi legati alla realizzazione della linea ferroviaria Torino-Lione, con interviste tra Bruxelles, Torino, Lione, la Val Maurienne e la Val di Susa.

Partendo da questi dati, nella rubrica Zoom, il Presidente di TELT Hubert du Mesnil e il Direttore Generale Mario Virano spiegano:

Il lavoro paziente che è stato fatto, per esempio, rifacendo ex novo il progetto lato Italia e costruendo un sistema di relazioni con le amministrazioni locali ha fatto sì che registrassimo, sul piano dell’esperienza empirica quotidiana, un rilevante cambiamento di orientamento, per cui i movimenti ostili sono diventati sensibilmente più piccoli.

Inoltre, il progetto viene correttamente inquadrato nel Green Deal:

La rete europea dei trasporti TEN-T non è soltanto una rete che mantiene la sua validità nel nuovo orientamento che è stato indicato, ma ne costituisce parte essenziale.

I vertici di TELT fanno inoltre il punto sullo stato dell’opera che vede 7 cantieri attivi e in dirittura di arrivo l’assegnazione degli appalti per l’intero tunnel di base. Intanto dalla Commissione Europea arriva la conferma del finanziamento per il periodo 2021-2027, poiché il progetto rientra tra le priorità dell’Europa per la ripresa economica e lo sviluppo sostenibile.

Inside porta l’ascoltatore dentro i cantieri dell’opera: da un lato, quello francese di Saint-Martin-la-Porte, dove procede lo scavo del tunnel in cui passeranno i treni, in un’area della montagna molto complicata dal punto di vista geologico; dall’altro, il cantiere italiano di Chiomonte dove è stato avviato il lavoro per le nicchie di interscambio ed è in corso l’allargamento dell’area dei lavori.

Nella rubrica Environment First Laetitia D’Aloia Schwartzentruber, Responsabile Sviluppo Sostenibile di CETU, parla delle collaborazioni con TELT in merito ai temi legati a geologia, geotecnica, idrogeologia, ma anche tutto ciò che riguarda l’ambiente in senso lato.

Su Platform Europe l’Anno europeo della ferrovia con Maurizio Castelletti della Commissione Europea: campagne, eventi e iniziative per promuovere il trasporto ferroviario e contribuire a raggiungere gli obiettivi del Green Deal nell’ambito dei trasporti.

Infine, la rubrica Outsider ospita Giorgio Marsiaj, Presidente dell’Unione Industriale Torino e Bernard Folliet, Presidente dell’omologa MEDEF Savoie che, in occasione dell’adesione di TELT alle due associazioni datoriali, parlano di come la Torino-Lione può coniugare l’interesse economico dello sviluppo e l’attenzione alla sostenibilità.

Articoli correlati

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies | Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso dei cookie | En continuant à utiliser le site, vous acceptez l'utilisation de cookies | PLUS

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close