Uncategorized

TELTnews – Editoriale aprile 2019

Avviate le procedure di gara per i lavori di completamento in Francia del tunnel di base per oltre 2 miliardi, di cui sono stati superati gli 8 km di scavo, partiti i lavori per le opere all’aperto in Maurienne, consegnate ai ricercatori dell’Università di Torino le aule a Chiomonte per la prosecuzione del progetto Biodiversità. Mettendo in fila l’elenco delle cose fatte si potrebbe pensare ad un periodo di routine per il lavoro di TELT, dimenticandosi della prolungata immersione nell’agenda politica. L’ultimo trimestre infatti ha segnato il passo nonostante l’attraversamento di una “faglia” particolarmente complessa per la Torino Lione. Il tema è rimasto per settimane al centro del dibattito istituzionale e mediatico, con picchi di oltre 20 servizi radio televisivi l’ora. Una lunga fase di concertazione e approfondimenti con il Governo italiano e l’esecutivo francese, culminata con lo scambio di lettere tra il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e TELT con cui si sono individuate le modalità per pubblicare gli “avis del marchés”. Un ruolo centrale quello della società, che attraverso le due sedute del Consiglio di Amministrazione, del 19 febbraio e dell’11 marzo, con una decisione presa all’unanimità alla presenza del rappresentante della Commissione Ue, ha autorizzato il via alla prima fase di candidatura delle imprese ad una delle più grandi gare europee. Questo passaggio consente di salvaguardare l’integrità della contribuzione del finanziamento europeo, garantendo l’approfondimento e il libero confronto tra Italia e Francia e con l’Ue.

Sono state settimane in cui la Società ha risposto a diverse sollecitazioni e a necessità di informazione arrivate da più parti.

Le forze di governo hanno voluto analizzare il nostro ruolo e, nel rispetto istituzionale dovuto al nostro azionista e in tutta trasparenza, abbiamo dato seguito alle richieste; al contempo, la missione che ci è stata affidata da un trattato internazionale prevede di far proseguire il lavoro in cantiere.

Inoltre le richieste di informazione e la partecipazione da parte del mondo produttivo e dalla società civile dimostrano l’interesse che la popolazione italiana ha nei confronti del nostro progetto.

Per illustrare l’opera e le modalità di partecipazione alla procedura di gara TELT è stata invitata a partecipare a due incontri organizzati dalle associazioni di categoria nazionali: il 16 aprile a Roma dall’ANCE-Associazione Nazionale dei Costruttori Edili e il 24 a Parigi da FNTP-Fédération Nationale des Travaux Publics. Ai workshop, che hanno visto una partecipazione qualificata delle principali imprese del settore, seguirà un terzo appuntamento l’8 maggio in occasione del Word Tunnel Congress. Il principale evento internazionale del settore, che si terrà a Napoli dal 6 al 9 maggio, vedrà TELT protagonista con 7 presentazioni orali, 6 e-poster, uno stand proprio e un corner dedicato nello spazio di del Gruppo FS.

Infine è stata superata quota 3000 visite al cantiere di Saint-Martin-La-Porte, con un numero sempre crescente di cittadini che richiedono di vedere con i propri occhi Federica a lavoro. Per rispondere alle numerose richieste sono state organizzate giornate anche di sabato. Una “passione collettiva” per la Torino Lione che ha visto nuovamente migliaia di persone scendere in piazza per sostenere l’opera. Un lungo corteo che visto sfilare per le vie di Torino fianco a fianco società civile, associazioni di categoria, partiti e sindacati. Una spinta coinvolgente che accompagna la realizzazione dei lavori che proseguono oggi con 4 cantieri attivi in parallelo tra Italia e Francia e meno di 1200 metri per portare a termine il primo tratto sul tunnel di base.

29/04/2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante OK, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Vuoi saperne di più?

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close