I cantieri

Saint Martin de la Porte
Saint Martin de la Porte

La costruzione dell’opera è ripartita in 12 cantieri operativi tra Italia e Francia

Cantieri attivi o completati
Il tunnel di base

I cantieri per la realizzazione del tunnel di base della Torino-Lione sono attivi nei due Paesi. Il tunnel di base, l’opera principale della sezione transfrontaliera, è un’infrastruttura complessa, composta da 2 canne parallele da 57,5 Km, destinate a ospitare i binari per il passaggio di treni merci e passeggeri, 204 by-pass di sicurezza e 4 discenderie.

Oltre ai lavori in sotterraneo, TELT gestisce e coordina i cantieri all’aperto, lato Italia e lato Francia, che garantiscono le connessioni con le rispettive linee nazionali attraverso le nuove stazioni internazionali.

I cantieri sono monitorati 24/24 attraverso centraline interne ed esterne con rilevazioni su 135 parametri ambientali (acqua, polveri, amianto, radon…), eseguite sotto la supervisione degli enti di controllo nazionali, per garantire la qualità del territorio e la salute di lavoratori e cittadini.

map_chantiers_3d_121119

Avanzamento totale dei lavori: Agosto 2020

30 Km di gallerie scavate
Scavi e costruzioni 18.6%
telt-agora
Le discenderie

Le discenderie sono tre sul versante francese – Villarodin-Bourget /Modane, La Praz e Saint-Martin-La-Porte – e una su quello italiano, a Chiomonte; in totale rappresentano circa 18 Km di gallerie funzionali sia per la costruzione e la manutenzione del tunnel di base sia come uscita di sicurezza.

Più in particolare le discenderie hanno rappresentato 4 fronti di indagine differenti e necessari a valutare i principali ostacoli geologici e le soluzioni più efficienti per la costruzione del tunnel di base: la valorizzazione dei materiali di scavo al cantiere di Villarodin-Bourget/Modane, la gestione delle acque in gallerie a La Praz, le convergenze della roccia a Saint-Martin-la-Porte e lo scavo meccanizzato a Chiomonte.

Nella fase attuale servono come vie di accesso al cantiere del tunnel di base, mentre con il tunnel operativo avranno funzione di gallerie per l’accesso della manutenzione e di sicurezza.

Le stazioni

Il progetto della tratta transfrontaliera della Torino-Lione prevede due stazioni internazionali, situate pochi chilometri fuori dal tunnel di base: a Saint-Jean-de-Maurienne, in Francia, e a Susa, in Italia, due strutture di nuova concezione saranno in grado di gestire lo scambio multimodale (il passaggio da un sistema di trasporto a un altro, per esempio da strada a rotaia), la diversa affluenza di passeggeri con i relativi servizi necessari (parcheggi per i diversi mezzi, come auto, bici, bus) e il collegamento con le reti di trasporto locale nelle due regioni di afferenza. 

Le stazioni internazionali pongono le montagne olimpiche della Valle di Susa e il domaine skiable delle Alpi francesi sulla rete primaria TEN-T, a poche ore dalla maggior parte delle capitali europee.

I progetti sono concepiti in un’ottica di massima integrazione con il paesaggio naturale e urbanizzato circostante e rappresentano i nodi di interscambio tra la linea internazionale e le reti locali.

Susa Kengo Kuma SS - statione
Cantieri parlanti

TELT concepisce i suoi cantieri come spazi d’informazione, condivisione e immersione nel progetto. Tutti i siti, sia in Italia sia in Francia, sono progettati come «cantieri parlanti»: luoghi di conoscenza sull’opera, sulle tecnologie applicate per lo scavo e per la tutela ambientale, sull’arte e le eccellenze dei territori. Le aree di lavoro  sono fisicamente coinvolte e utilizzate nella spiegazione dei lavori, della storia e del contesto.

Il cantiere di Saint-Martin-la-Porte è il primo prototipo dove TELT ha messo in pratica questa nuova impostazione.

Sempre in Francia, dal 2005 è aperta la Rizerie des Alpes, classificata come monumento storico. Dedicato alla scoperta dell’opera, lo spazio ospita anche le informazioni sui principali punti d’interesse turistici e culturali della vallata. L’esposizione è stata ideata in particolare per il grande pubblico, grazie a un allestimento coinvolgente, che finora ha registrato oltre 45.000 visitatori.